Il mondo attraverso gli occhi di Brunori Sas

Se è vero che un libro, o un cd in questo caso, non si giudica dalla copertina… beh, io sono colpevole, l’ho fatto!

Un uccellino su di uno sfondo beige ed un titolo, “Cip!”.

Se dovessi “giustificare” il mio approccio all’operato di questo artista non saprei davvero che dire ma ancora una volta pare che il “richiamo” al cantautorato urli davvero forte in me.

Mai nella mia vita mi ero approcciata all’indie e ancor meno alla musica folk come in questo periodo, sarà l’età? Sarà il destino?

Sta di fatto che questo Cip! mi ha incantata dal primo ascolto, Brunori è specchio del vissuto quotidiano, giovanile e non, come se lui stesso non avesse tempo. C’è spazio per tutto in queste musiche e versi. Critica sociale e poesia, cinismo e romanticismo condito con un pizzico di autocritica e citazioni ad altri artisti come i Beatles, vi sfido a trovare in quale canzone c’è un accenno di Hey Jude etc.

Uscito il 10 gennaio 2020, ha già conquistato il mio cuore e resterà a lungo nella mia riproduzione su Spotify.

Ecco la tracklist:

  1. Il mondo si divide
  2. Capita così
  3. Mio fratello Alessandro
  4. Anche senza di noi
  5. La canzone che hai scritto tu
  6. Al di là dell’amore
  7. Bello appare il mondo
  8. Benedetto sei tu
  9. Per due che come noi
  10. Fuori dal mondo
  11. Quelli che arriveranno

Tra le mie preferite:

Capita così, racconta perfettamente quello che i trentenni di oggi posso trovarsi a provare davanti alla loro immagine riflessa… è troppo tardi per i sogni?

Al di là dell’amore, dov’è il confine tra il bene ed il male? Come si comporta la società di oggi? Tutti dei e tutti uomini in un mondo dominato dal caos dove persino il sole non vuole sottrarsi al dovere di annegare nel mare.

Bello appare il mondo, una canzone che vuole riportare l’attenzione sulle cose belle della vita, per noi che siamo ormai inghiottiti dalla routine, dalle nostre ossessioni.

Per due come noi, canzone dolcissima. Oltre le convenzioni e i contratti, quello che conta è tenersi per mano.

Quelli che arriveranno, quando la vita ci lascia e non l’abbiamo ancora vissuta cosa ci domandiamo? Cosa non vedremo? Come saranno le cose? Le persone saranno più umane? In ogni caso non ci saremo. Resta la speranza e la pace.

Aspetto i vostri commenti! Fatemi sapere se conoscevate già questo artista e quali sono le canzoni che apprezzate di più!

Alla prossima, vostra T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore