Ti consiglio un libro! Haiku per tutti!

Giovedì 23 aprile sarà la giornata mondiale del libro!
Per questo motivo dedicheremo l’intera programmazione settimanale a questo fantastico mezzo di comunicazione ed informazione!

Tutto lo staff di Persona360° ha dei consigli freschi e succulenti da dispensare!

Partiamo con le letture riguardanti gli haiku e la filosofia orientale.

1. Bashō, Elogio della quiete

Il mio primo libro di haiku.
Oltre a fornire in formazioni su cosa sia un Haiku, riporta alcuni componimenti dell’autore scritti durante i suoi viaggi che vengono raccontati a corredo dei sonetti. Davvero bello lasciarsi cullare dall’immaginazione creando paesaggi, colori e il ritratto di questo grande uomo saggio.

2. Bashō, Poesie

Haiku e scritti poetici a cura di Muramatsu Mariko

Questo libro, nonostante conti solo 126 pagine, è davvero ricco! Trovato per pochissimi euro su una bancarella ad una fiera del libro, è fonte di ricchezza infinita. Nelle prime pagine si differenziano i vari tipi di componimenti poetici tradizionali giapponesi ed è davvero interessantissimo scoprire qualcosa di così distante dalla concezione poetica occidentale. La cosa che però ho più apprezzato di questo testo è che i componimenti vengono riportati in lingua originale (Hiragana e kanji alfabeto giapponese), traduzione in caratteri romani, traduzione in italiano.

È davvero affascinante notare come il carattere ridotto dell’haiku, venga ulterioremente asciugato dalla grafia giapponese. Inoltre gli scritti vengono raggruppati per stagione di riferimento, cosa che trovo molto bella perché si può facilmente attingere alle immagini oniriche di cui abbiamo più bisogno al momento giusto. Il testo presenta svariate note assolutamente utili e preziose per facilitare la comprensione dei testi.

3. Ryōkan Taigu, Poesie di Ryōkan, monaco dello Zen

Come il titolo stesso suggerisce, all’interno di questo libro possiamo trovare le poesie di questo monaco Zen giapponese. Tanto amato nel paese natio quanto poco conosciuto in occidente, se non fosse stato per questo libro credo non lo avrei mai scoperto. Oltre ad una prefazione che spiega la vita di questo monaco e perché in Giappone venga venerato, troviamo tutta una serie di componimenti che seguono varie forme di scrittura tradizionale. Non solo haiku quindi.

È interessante notare che anche qui viene fatta una suddivisione per stagione ma sopratutto per argomento, o meglio per viaggio. Si ripercorre il cammino buddista dell’autore e attraverso le sue poesie capiamo il suo vissuto, le domande, i momenti di difficoltà, la pace che la dottrina esorta a ricercare, etc. Troviamo righe che raccontano un Ryōkan alla ricerca della via, come mendicante, come amico, come solitario eremita, stregato dalla luna e dalla natura, compassionevole, povero, malato, etc. La cruda dura realtà della vita vista con gli occhi di un uomo illuminato.

4. Poesie Zen (Newton Compton Editori)

Un libro dalle pagine fini e ricche, trovato in un dispenser di libri a 1,90 €, capite che non potevo non comprarlo. Dalla grafica moderna ed accattivante fuori, trasudante di ideogrammi e disegni orientaleggianti ed antichi all’interno. In questo libricino mi sono imbattuta per la prima volta anche in poeti cinesi, ci sono infatti due sezioni, la prima appunto con poesie provenienti dal paese rosso e la seconda (più ricca) con i maestri giapponesi. Ne troviamo vari: Shoiki, Ryuzan, Daito, Betsugen, etc…

5. Maxence Fermine, Neve con illustrazioni di Georges Lemoine.

Questo libro mi fu regalato da un caro amico e ne fui rapita tanto da leggerlo in pochissimo tempo per poi rileggerlo ancora, e ancora. Nessun autore famoso qui ma una storia stupenda fatta di poesie, immagini, emozioni, amore e destino. I disegni impreziosiscono la lettura così come i rubini rendono scintillante una meravigliosa collana. Non posso che invitarvi a leggere senza aggiungere altro per non rovinare la magia custodita tra queste righe e parole.

Questi sono i libri che più ho
apprezzato fin’ora ma, dato che sono sempre alla ricerca di nuove
raccolete, segnalatemi pure quali sono i vostri preferiti.

Alla prossima, vostra T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore