Un desiderio di desideri: la malinconia

Il termine malinconia è composto da melaina (nero) e chloè (bile) e letteralmente significa bile nera,
questa sostanza che secondo Ippocrate è secretata dal fegato e
secondo la cultura popolare dell’epoca era causa dell’umore
malinconico, portando a sentimenti di tristezza e malinconia.

Nell’epoca moderna, la malinconia assume un significato di uno stato d’animo tetro e di profondo dispiacere inappagato. Mentre nel linguaggio medico il termine malinconia viene associato alla melancolia e indica una malattia psichica.

Malinconia, tristezza e nostalgia

Spesso si associa il termine malinconia alla tristezza o alla nostalgia, ma hanno delle differenze.
Il termine nostalgia si riferisce al desiderio o ricordo del passato, non necessariamente il termine assume un significato negativo.

La malinconia la si associa alla tristezza e in ambito medico può essere un sintomo insieme alla tristezza di depressione. Secondo il grande Victor Hugo la malinconia è “la gioia di sentirsi tristi”, a differenza della nostalgia e della tristezza può costituire un tratto della personalità in quanto non è riferita solo ad un oggetto, cosa del passato ma verso più oggetti e situazioni in generale.

Malinconia e creatività

La malinconia, come altre emozioni a cui diamo una connotazione negativa, ha una funzione e può essere utile, ad esempio ci da l’opportunità di stare a contatto con noi stessi e renderci sensibili, nell’ambito della creatività può essere positiva.

La malinconia ci porta a “rallentare” in questa quotidianità frenetica fatta da mille impegni, a volte prendersi delle pause e guardarsi dentro può essere solo che positivo.

Il senso di malinconia ci aiuta ad essere più sensibili e a rapportarci al mondo, quindi ci porta a un maggiore ascolto verso il prossimo. Ci rende meno cinici e più accorti verso le altre persone.

Come superare la malinconia

Per superare il senso di malinconia si inizia dal comprendere cosa lo ha generato. Successivamente la cosa migliore è concentrarsi sul presente e avere un diario dove poter segnare i propri sentimenti ed emozioni aiuta a essere più consapevoli di ciò che si sta vivendo.
Il passo successivo è quello di procedere per piccoli obiettivi e una volta raggiunti gioire anche auto premiandosi magari con un regalo. Infine ritrovare le vecchie amicizie e costruirne di nuove può fare solo che bene.

Come abbiamo visto la malinconia non è
solo negativa ma puo’ avere anche dei risvolti positivi, a noi tocca
decifrarne gli aspetti positivi e cercare di trarne il meglio che
possiamo.

Come scrisse Tolstoj “Un desiderio di desideri: la malinconia”.

Fonti:

https://www.treccani.it/vocabolario/nostalgia/

https://www.espeditolongo.it/affettivita-umore/tristezza-malinconia-depressione/

https://aforisticamente.com/frasi-citazioni-e-aforismi-sulla-malinconia/ù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore