Serenity, un’app per una mente serena

© Olson Meditation and Mindfulness Apps

Serenity è un’applicazione per la meditazione guidata, disponibile sia su App Store che su Google Play. 

Creata da la Olson Meditation and Mindfulness Apps, quest’applicazione ha l’obiettivo di introdurvi alle tecniche di meditazione tramite, appunto, delle sessioni audio fornite di voce guida. 
Anche se lo sviluppatore è inglese, don’t worry! Sul vostro store trovate disponibile la versione in lingua italiana.

Ecco come si presenta: la parte principale è, ovviamente, quella dedicata alle meditazioni. Si compone di diverse aree, la prima è quella dedicata ai fondamenti, un corso diviso in cinque livelli, che partono da una base per principianti, più un livello continuativo, costituito da 50 sessioni, volto a rafforzare e continuare la pratica quotidiana. 

© Olson Meditation and Mindfulness Apps

Le altre aree sono invece tematiche, ognuna dedicata ad un approfondimento. 

Abbiamo quella del sonno con quattro diversi programmi per aiutare ad addormentarsi, migliorare la qualità del sonno, e una sezione dedicata ai suoni della natura. 

L’area antistress, con due programmi per rilassarsi e ritrovare la calma. 

Prevede anche un’area dedicata ai bambini, con programmi appositi che ricalcano quelli proposti per i grandi; quindi troveremo le tecniche base, le tecniche continuative per la pratica quotidiana, quelle calmanti per un rilassamento rapido e quelle per aiutare il sonno. 

Quella sulla salute attualmente propone due programmi per quando si vuole perdere peso: uno per i princìpi da seguire, il secondo per il mantenimento. 

Hanno dedicato una sezione alle meditazioni veloci, sull’ordine dei cinque minuti, per un allenamento volto a mantenere le tecniche apprese o per cercare la calma quando si ha bisogno di un rilassamento veloce. 

Vi è una sezione dedicata al lavoro, con un segmento dedicato alla procastinazione e a come imparare ad essere più produttivi.

L’area base è invece composta da sessioni di ripasso, per scegliere le singole tecniche che si vogliono praticare. 

Dal menù si può poi accedere ad una sezione giornaliera, che di giorno in giorno propone una nuova mini meditazione che si aggira sui 3 minuti e una pratica quotidiana della durata di circa 10 minuti.

Le lezioni possono essere scaricate sul dispositivo, sia per risparmiare tempo che per ascoltarle offline. 

E se cercate un po’ di motivazione? La parte dedicata alle sfide è pensata per incoraggiarvi e mostrarvi i vostri progressi tramite le statistiche

L’app è gratuita, ma la maggior parte dei contenuti è a pagamento, acquistabili singolarmente, tramite pacchetto oppure sottoscrizione. 

È invece disponibile per tutti il primo livello dell’area fondamenti, composto da sette lezioni, che abbiamo provato per voi.

La prova

Innanzi tutto, è importante trovare un posto comodo e tranquillo, accertarsi di avere a disposizione una decina di minuti abbondante e silenziare lo smartphone per non essere interrotti da chiamate o notifiche. 

La prima meditazione è molto introduttiva, offre una guida al respiro, un gentile spostamento dei pensieri che possono offuscare la mente dalla pratica e un momento per riflettere sul tema della gratitudine.
Non è importante eseguire tutto alla perfezione fin da subito, ma il beneficio nasce dall’imparare ad affrontare la meditazione con calma e consapevolezza.


Nelle lezioni successive impareremo a rafforzare gli elementi appresi e ci verrà svelato qualche trucco per aiutarci a mantenere la concentrazione. 
Impareremo, pian piano, a calmare la mente; ci verrà suggerito di procedere con gentilezza, senza giudicarci, ma osservando ciò che accade, in modo da imparare a fare conoscenza con noi stessi. 
Sul cammino della consapevolezza ci viene anche introdotta la tecnica della scansione del corpo, utile per porre attenzione al nostro fisico non solo con gli occhi, ma anche ascoltando le nostre sensazioni. 

Ho trovato questa prima parte ben fatta, i contenuti non sono molti, ma li trovo adatti ad un principiante che si avvicina al mondo della meditazione per la prima volta. 

Ai curiosi consiglio – prima di qualsiasi acquisto – di provarla, per accertarsi che faccia al caso proprio.  

In particolar modo perché trovo che per applicazioni di questo tipo ci sia sempre un fattore soggettivo: penso infatti che ognuno risponda in modo diverso ad un tono di voce. Quello che per qualcuno può essere un suono calmo e rassicurante, ad altri può non andare a genio e risultare seccante, un bel problema se si sta cercando di rilassarsi! 

In generale trovo che le app per la meditazione siano un aiuto utilissimo, soprattutto per chi muove i primi passi. L’ascolto in cuffia può aiutare la mente ad appartarsi dal mondo esterno e a trovare la concentrazione necessaria. 

Anche Serenity non fa eccezione, contribuisce a creare la giusta atmosfera grazie ad una musica di sottofondo adeguata e non invasiva. 

In conclusione: da provare! Soprattutto se si parte da zero è una buona occasione per farsi un’idea più chiara di cosa sia la meditazione. Per i più esperti, invece, potrebbe essere un po’ più difficile da valutare, in quanto i contenuti più interessanti prevedono l’acquisto o l’abbonamento, ma anche la versione prova può meritare comunque un tentativo. 

Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore