Colonna dorsale: dolore? prendiamocene cura

Ti capita di avere un fastidioso dolore tra le scapole? Oppure un dolore localizzato in quella porzione della schiena compresa fra il collo e la zona lombare, che viene chiamato colonna dorsale? Percepire dolore in questa zona è frequente in coloro che lavorano al pc, oppure se svolgono una mansione che costringe a tenere le braccia alzate, come per esempio i parrucchieri. Il dolore può colpire solo un lato, oppure può irradiarsi al margine laterale della spalla o verso la parte superiore del collo. Alcune volte il dolore si presenta in modo puntiforme, come se qualcuno infilasse un chiodo nella colonna vertebrale. Altre volte si diffonde e si sente una certa pesantezza sulla schiena. 
Se hai questi sintomi come prima cosa ti consigliamo di parlarne col tuo medico di fiducia, perché la zona dorsale è un’area molto importante e il dolore in quelle zone potrebbe anche essere quello che viene nominato come “dolore riferito” (a QUESTO link trovi un approfondimento interessante con anche immagini), ossia un dolore che si verifica quando un problema presente solitamente in un organo del corpo provoca dolore in un altro posto. Per fare un esempio, un problema allo stomaco potrebbe dare segno di sé come dolore tra le scapole. Per questo chiedere consiglio al tuo medico è molto importante, soprattutto in caso di dolore acuto e se non è insorto in seguito a sforzi.
Se il medico ti dice che il dolore che provi non è dolore riferito, ma ti riferisce che è un problema muscolo-scheletrico allora puoi trovare una buona soluzione con la fisioterapia o con l’osteopatia.  
L’osteopata valuterà la tua schiena e le strutture ad essa correlate ed eseguirà tecniche di mobilizzazione per liberare le aree di tensione e blocco. 

Oltre che rivolgersi agli specialisti è importante anche lavorare sulla prevenzione, per esempio, puoi iniziare ad adottare i seguenti accorgimenti: 

1. mantenere una postura corretta mentre si lavora al pc in ufficio o a casa. Se lavori in ufficio puoi regolare l’altezza della scrivania e/o della sedia per far sì che tu possa sederti correttamente. Se sei uno studente, puoi utilizzare un piano inclinato (un leggio regolabile) per studiare, posizionando i tuoi libri o i tuoi fogli per scrivere. Anche la tastiera del pc è meglio posizionarla inclinata.

 
2. Svolgere attività fisica regolarmente. Camminare a passo sostenuto, corsa, pilates, yoga, andare in palestra, nuotare sono attività che danno al tuo corpo ciò di cui ha bisogno: muoversi! Non siamo fatti per stare seduti ore e ore senza muoverci! Se hai appena pensato “eh, ma non ho tempo di fare attività fisica”, ti consigliamo la lettura di QUESTO articolo che ti fornisce interessanti spunti per gestire meglio il tuo tempo. Vedrai che con un po’ di buona volontà ce la farai e la tua schiena ti ringrazierà molto!

 
3. Imparare ad utilizzare la respirazione diaframmatica: questo tipo di respirazione aiuta i muscoli delle spalle e della schiena a rilassarsi, oltre che ad infondere un profondo senso di benessere generale. In QUESTO video un fisioterapista ti spiega come imparare la respirazione diaframmatica mostrandoti dei semplici esercizi.

Se hai trovato utili i nostri suggerimenti o hai qualche domanda per approfondire l’argomento scrivi nei commenti qui sotto o sulle pagine Facebook e Instagram di www.persona360.it

Dott.ssa Alice Delbono – Dott. Stefano Grassotti 

www.osteopatiabrescia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore