Dolore alla mandibola: cosa fare?

Ti capita di avere dolore ai muscoli del viso? Oppure di sentire una sorta di click quando apri o chiudi la bocca? Senti di avere la tendenza a serrare i denti? 

Diversi sono i disturbi che possono colpire la nostra mandibola, o, meglio, quella che in gergo tecnico si chiama articolazione temporomandibolare: un’articolazione molto delicata che rappresenta il punto di incontro tra la mandibola e il cranio. Articolazione che si trova davanti all’orecchio (capita infatti che a volte problemi riguardanti la mandibola si presentino con dolore all’orecchio) e che si tratta di una delle parte più mobili del nostro corpo: il suo movimento è fondamentale per l’articolazione dei suoni del linguaggio, per masticare, per deglutire, per la possibilità di realizzare tutte le espressioni mimiche facciali che esprimono le nostre emozioni. 

Il corretto funzionamento di questa articolazione influenza anche la nostra postura. Per esempio se mancano dei denti questa situazione crea uno squilibrio della nostra occlusione dentaria, che a sua volta genera uno squilibrio muscolare a carico dei muscoli di viso e collo che va ad influenzare la postura della cervicale, del tronco, ma anche dell’appoggio podalico.

Quali sono i disturbi correlati alle problematiche dell’articolazione temporomandibolare?

Ecco un elenco di sintomi che ci possono indicare un malfunzionamento dell’articolazione temporomandibolare:

dolore ai muscoli della mandibola

rumori (click) quando si apre o chiude la mandibola

blocco della mandibola

fastidio al volto quando si sbadiglia, si deglutisce o anche mentre si parla

sensazione di rigidità ai muscoli del viso e della zona cervicale

Questi sintomi possono essere correlati anche da altri disturbi quali cefalea, vertigini, sensazione di avere le orecchie chiuse, acufeni, dolore cervicale.

In tutti questi casi può essere di grande aiuto l’intervento di alcune figure professionali: 

  • il medico gnatologo, che è appunto l’esperto delle patologie a carico dell’apparato masticatorio
  • Il medico otorinolaringoiatra che si occupa di valutare le patologie riguardanti l’apparato uditivo e vestibolare (in caso per esempio di vertigini)
  • l’osteopata, il professionista della salute che si occupa di valutare la relazione tra occlusione e postura, articolazione temporomandibolare e colonna vertebrale. L’osteopata dopo un’attenta valutazione potrà eseguire tecniche di rilascio delle aree che concorrono a generare tensione nell’articolazione temporomandibolare. Grazie all’osteopatia è possibile migliorare problematiche come dolore e tensione ai muscoli del viso, click mandibolari, serramento, ma anche sintomi come alcune tipologie di vertigini o acufeni (acufene miofasciale) che sono correlati direttamente con una disfunzione dell’articolazione temporomandibolare.

Vuoi saperne di più? Scrivici le tue domande nei commenti, saremo felici di risponderti. A presto!

Dott.ssa Alice Delbono – Dott. Stefano Grassotti

www.osteopatiabrescia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore