The Midnight Gospel: quando la serie animata raggiunge il Nirvana

Dall’autore di Adventur Time, Pendeltlon Ward e dal podcaster che ha ideato il podcast da cui è stato tratto Duncan Trussel, The Midnight Gospel è una serie animata originale Netflix uscita il 20 Aprile 2020.

Trama

Il protagonista della serie Clancy Gilroy, è uno spacecaster che decide di andare a esplorare un multiverso di mondi grazie a un simulatore a forma di vagina.

Questi mondi in ogni episodio sono sempre prossimi alla distruzione, il nostro protagonista si salva sempre un pelo prima che la catastrofe avvenga.

Il suo obiettivo è quello di divertirsi e intervistare personaggi che possono rispondere alle più importanti domande esistenziali come la trascendenza, la meditazione, le esperienze psichedeliche, fino ai valori sociali, politici, spirituali e alla morte.

Clancy ad ogni puntata affronta un multiverso diverso nel quale ad ogni sua perlustrazione spaziale fa la conoscenza di interlocutori sempre diversi, i quali lo aiutano a comprendere meglio il suo mondo e lo scopo dell’umanità intera.

I dialoghi sono basati su vere interviste avvenute nel podcast The Duncan Trussell Family Hour. Gli episodi in genere terminano con un evento apocalittico dal quale Clancy riesce a malapena a fuggire e a tornare a casa, nel “Cromonastroverso”

Temi affrontati

I temi che affronta la serie sono tanto profondi quanto spinosi, legalizzazione delle droghe, morte, reincarnazione ecc.

In ogni puntata Clancy affronta un tema diverso e quello che emerge, oltre al tema, è la modalità con la quale avviene l’intervista che il protagonista fa all’“ospite”, anche se in realtà è proprio lo stesso Clancy ad essere ospite nel pianeta in cui si trova.

L’intervista è svolta in momenti di azione intervallati da scene splatter e dialoghi sulla reincarnazione o sul senso della vita, in cui il protagonista ascolta un punto di vista che gli è lontano, quasi come simboleggiare che l’attenzione verso temi sensibili al senso della vita possano essere accolti anche in momenti di violenza urbana o sotto attacco alieno.

Sembra che gli autori della seria ci vogliano dire che non ci sono momenti giusti o sbagliati per affrontare determinate tematiche, anche se ci fanno paura o sono lontanissime da noi (magari qualche multiverso lontane da noi!). Attraverso l’ascolto e lo scambio di opinioni si può affrontare qualsiasi argomento, connettendosi l’un l’altro, accogliendo così punti di vista lontani da noi. La complessità diventa una connessione tra noi e il prossimo.

I colori

Come accennato poc’anzi, l’autore di The Midnight Gospel è lo stesso di The Adventure Time, quindi anche a questo giro ci regala colori netti ma psichedelici, che in base alla puntata si adattano all’argomento. Dato che a ogni puntata c’è non solo un tema ma anche un mondo diverso, quindi anche i colori cambiano, mantenendo però lo stesso stile stravagante e psichedelico in tutte le puntate.

Dialoghi e volgarità

Nonostante i temi sul nirvana, la pace interiore, la reincarnazione, etc, non mancano scurrilità e parolacce, un po’ come i colori e la violenza splatter, creano un contrasto che lascia lo spettatore allo stesso tempo basito e incollato allo schermo.

Le parolacce non sono mai utilizzate in dialoghi volgari ma sono poste come accenti e come intrattenimento per adulti, di fatto al contrario di The Adventure Time, questa serie animata è adatta esclusivamente ad un pubblico adulto.

Per concludere

Di sicuro non è una serie adatta a tutti e trattando temi particolarmente “spinosi” come rapporto tra sostanze stupefacenti e misticismo, o religione, o reincarnazione, bisogna essere interessanti a un punto di vista diverso dal proprio, ma la cosa positiva è che è un cartone innovativo che potrebbe aprire un nuovo filone dell’animazione, in quanto non è la classica serie animata di denuncia, satira sociale a cui siamo abituati, come quella dei Simpson, Griffin e affini, ma un genere di serie animata che fa divulgazione e sensibilizzazione attraverso l’intrattenimento, violenza e perché no, un po’ di sano turpiloquio 🙂

Fonti

The Midnight Gospel: significato e simboli della serie Netflix

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Midnight_Gospel

The midnight gospel: recensione della serie Netflix – filmpost.it

https://www.esquire.com/it/cultura/tv/a32251380/midnight-gospel-netflix/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore