Igiene vocale per tutti (parte 2)

Eccoci qui con il secondo appuntamento per parlare di igiene vocale!!!

Clicca qui per leggere la prima parte

Come abbiamo già visto che siate cantanti, insegnanti, operatori di call center o mercanti poco importa. Tutti usiamo costantemente la voce ed avere piccole attenzioni quotidiane nel suo utilizzo ci assicura una voce sana più a lungo!

Ecco una lista di piccole regole salva voce:
1. Risparmio energetico. Nell’utilizzo della voce è bene comprendere di avere dei limiti e dedicarsi attenzioni che portano beneficio, sia che si sia in affaticamento oppure no. Prendersi dei momenti di riposo durante le prove, durante lo studio oppure uno stop per qualche giorno fa la differenza!

2. Ambiente umido. Le nostre case, specie in inverno, sono spesso ambienti con poco ricambio di aria e scarsa umidità. Proviamo a cambiare questa condizione aprendo le finestre per 5 minuti ogni ora, arredando casa con delle piante che ci rasserenano anche il cuore e se non avete il pollice verde, potete sempre acquistare un’umidificatore!

3. Sostanze naturali. Erisimo, camomilla, propoli, miele etc. queste sono solo alcune sostanze che diventano necessarie per un pronto intervento efficace! In caso di abbassamenti di voce, raucedine, principio di mal di gola o altro, troverete l’aiuto migliore! Rivolgetevi al vostro insegnante di canto, farmacista, erborista di fiducia!

4. Terme vocali. Esatto, è un po’ come quando ci rechiamo alle terme per il benessere del corpo! Ci sono vari interventi diretti che possiamo fare per salvare le corde vocali in caso di scarsa umidità (e abbiamo imparato ormai quanto sia importante). Oggi ve ne propongo due:
Garza sotto il naso. Prendiamo una garza tessuto non tessuto (quelle quadrate) e imbeviamola con acqua, strizziamola, pieghiamola e poniamola sotto le narici. Respiriamo piano piano e l’acqua sotto forma di micro goccioline raggiungerà direttamente il cavo orale e le corde vocali!
Suffumigi con camomilla. Riempite una bacinella con 1/2 litro di acqua, metteteci 2 cucchiai di camomilla e fate i suffumigi. Attenzione però in caso di danni alle corde vocali potrebbe non essere consigliato effettuarli! Astenersi dal cantare e parlare a voce alta subito!

5. Evitare lo stress. Come sappiamo tutto il corpo soffre questa condizione e la voce non è da meno! Sotto stress la nostra postura cambia e le tensioni si possono facilmente accumulare sulle spalle e nei muscoli della gola, questo ovviamente non farà bene al nostro canto!

6. Rallentare il parlato. Mi è capitato spesso di avere a che fare con persone che parlano a raffica e senza nessuna pausa. Questo, oltre che rendere la comprensione difficoltosa, va ad incrementare la tensione a livello muscolare laringeo. Non abbiate paura di rallentare, renderà anche più interessante ciò che state dicendo! Vi sarebbe piaciuto ascoltare una bella favola raccontata tutta d’un fiato senza interpretazione? Non credo.

7. Il canto come lo sport. L’atto del canto è un atletismo vero e proprio! Quindi come quando si fa sport occorre scaldare e raffreddare i muscoli. Ascoltarsi e comprendere cosa ci si può permettere di fare in base alla propria forma fisica e mentale. Non pretendere tutto e subito e non incaponirsi se quell’esercizio/canzone in quel momento non ci riesce, riproveremo dopo. Trattatevi come si deve ed abbiate cura di voi.

8. Messaggi vocali. Oramai l’utilizzo dei messaggi vocali è stato sdoganato e così ci ritroviamo a fare dei monologhi di 15/20/30 minuti in cui però, probabilmente fomentati da un qualche accadimento, possiamo alzare il tono della voce, respirare con disattenzione, avere un eloquio troppo veloce, appesantire la voce con colori dialettali, ridere a squarciagola etc etc. In una normale conversazione l’altra persona ci “impone” delle pause e l’ascolto. Qui manca. Quindi leggendo quanto riportato sopra potrete capire da soli quanto possa essere deleterio. Fate estrema attenzione!

Benissimo! Fate tesoro di questi consigli e vorrei sapere nei commenti se avete una di queste abitudini, se ce ne sono alcune che vi hanno stupito ed incuriosito!

Alla prossima, vostra T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore