Animal Flow: riscopri il tuo corpo!

Vuoi riscoprire il tuo corpo, le sue potenzialità espressive, la sua forza e il suo benessere?

Vuoi scoprire una disciplina che ti permetta di sviluppare forza, elasticità, agilità, eleganza e resistenza? Bene, allora sicuramente ti piacerà l’Animal Flow.

Si tratta di un metodo ideato da Mike Fitch, un allenatore con circa 18 anni di esperienza nelle discipline del movimento.
L’Animal Flow trae spunto dall’Hata Yoga, dalla ginnastica, dal Parkour, dalla Breakdance, dal Calisthenics e dalla Capoeira. È adatto a bambini e adulti. 
Per iniziare a farti un’idea su cosa sia l’Animal Flow ti consigliamo di guardare il sito ufficiale www.animalflow.com e questo video in cui puoi vedere Mike Fitch in azione.
In quest’altro video puoi trovare una spettacolare carrellata di trainer che si dilettano in questa disciplina e nelle “sorelle” di essa. Tra di loro ci sono alcuni personaggi che stanno facendo la storia della “cultura del movimento” contemporaneo, ossia tutti metodi, tra cui rientra anche l’Animal Flow, che hanno alla base l’allenamento a corpo libero, ossia senza (o quasi) l’utilizzo di attrezzi. Nel Flow ogni singola postura viene collegata ad altre a creare una sorta di danza fluida in cui ogni articolazione del corpo è coinvolta nello sperimentare diverse possibilià di movimento. In questo flusso dinamico anche la mente entra in uno stato di piena presenza e concentrazione sul qui ed ora. Sul risvolto psicologico di questa disciplina rimandiamo all’articolo pubblicato ieri dalla pedagogista Barbara Cirelli.

Perché scegliere l’Animal Flow?

Per sperimentare le possibilità di movimento del corpo, ritrovare quel movimento che ci appartiene in quanto “animali”. La civilizzazione progressiva dell’essere umano ha portato sempre più ad un’immobilizzazione del corpo. Pensiamo al fatto che oggigiorno ci sono persone che camminano pochissimo durante il giorno, raramente si accovacciano a terra o saltano o si arrampicano. Tutte abilità che ci appartengono, necessarie al buon funzionamento del nostro corpo. 

Parola di osteopata: Il nostro corpo è fatto per muoversi! Non per stare seduto al pc, sul divano davanti alla tv, o ad osservare uno smartphone per ore. Vero che ormai questi dispositivi accompagnano quasi necessariamente le nostre vite (tanti grazie al PC portano a casa il loro stipendio), ma questo cambiamento societario non ci deve far dimenticare il nostro corpo, grazie al quale respiriamo, viviamo. Quante volte ti fermi ad ascoltare il tuo corpo durante la giornata?

Parola di praticante di arti marziali: Mi sono avvicinata a questa disciplina per gioco, durante il (temuto) Lock Down, su consiglio della Dott.ssa Delbono.
L’ho trovato un mix armonico di forme ben studiate per garantire elasticità, resistenza e forza, lavorando semplicemente a corpo libero.
Mike Fitch, come ha già accennato la nostra Alice, è riuscito a prendere il meglio da ogni disciplina marziale e non.
Quale amante del Tai Chi e degli stili interni come l’Yiquan ed il Qi Gong ho subito associato questa disciplina all’oriente. Dovete sapere infatti che nelle sequenze che studio in palestra (e che studierete se vi farà piacere) gli animali sono spesso chiamati in causa.
L’analogia tra esercizio e la figura rappresentativa dell’animale sono uno dei capisaldi del kung fu.

Vuoi ritrovare o incrementare il tuo benessere psicofisico?

Allora…muoviti 🙂 è ormai scientificamente dimostrato che l’attività fisica porta a tanti benefici tra cui: 

– migliora il sistema immunitario 

– migliora l’umore 

– previene l’insorgenza di dolori o li allevia

L’Animal Flow è una disciplina sportiva molto interessante, perché ti aiuta a:

– migliorare la mobilità delle tue articolazioni, in particolare collo, schiena, anche, piede

– migliorare la forza fisica

– migliorare agilità e coordinazione 

– migliorare l’estetica del tuo corpo

Ci sono controindicazioni a praticare l’Animal Flow? 

No, se viene fatto bene e se si viene seguiti da un bravo trainer. Ti consigliamo di fare attenzione a praticare questa disciplina se soffri di dolore ai polsi o mal di schiena o dolore al collo. Prima è il caso che tu faccia una visita specialistica per valutare insieme ad un professionista se questa pratica è compatibile con la tua problematica. 
Per qualsiasi dubbio contattaci, saremo lieti di aiutarti. 

Aspettiamo un tuo feedback in cui ci racconti le tue esperienze con questa disciplina.

Ti lasciamo alcuni link interessanti sull’argomento benessere fisico:

Aspettiamo i tuoi commenti e mi piace sulle nostre pagine Facebook e Instagram di persona360gradi. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore