7 consigli per favorire il corretto sviluppo motorio del neonato (0-3 mesi)

Care mamme, cari papà, in questo articolo vogliamo offrirvi alcuni consigli semplici ma molto importanti per aiutare lo sviluppo motorio del vostro piccolo dagli 0 ai 3 mesi di vita. Già dai primi giorni di vita, infatti, è importante prendere alcune semplici precauzioni che consentiranno al vostro piccolo di crescere bene. Ecco le principali:

1. Quando è sveglio, tieni il bambino il più possibile “pancia contro pancia“. Una posizione molto piacevole per genitore e figlio che permette al bambino di cominciare a sperimentare i primi movimenti che piano piano porteranno allo sviluppo dei muscoli del collo, del tronco, degli arti superiori e inferiori.

2. Quando il bambino è adagiato a pancia in su, osserva se tende a ruotare la testa da un solo lato e se fa fatica a ruotare dal lato opposto. Se noti questa difficoltà rivolgiti al tuo pediatra e ad un osteopata pediatrico. Quest’ultimo potrà aiutarti a recuperare il movimento corretto della cervicale del tuo bimbo e potrà valutare insieme al tuo pediatra se vi è una plagiocefalia posizionale, cioè un’asimmetria del cranio del bambino (leggi questo link per approfondimenti sulla plagiocefalia). Se vuoi saperne di più sul perché la figura dell’osteopata specializzato in ambito pediatrico può essere utile al tuo bambino ti consigliamo la lettura di questo link.

3. Quando cambi il tuo piccolo, attira la sua attenzione con un gioco, per esempio un sonaglietto, meglio se è un giochino luminoso. Stimolalo a ruotare la sua testa a destra e sinistra, facendogli tenere l’attenzione sul giochino per qualche secondo. Come spiega la dott.ssa Serena Delbono in questo articolo, il neonato è molto attratto da forme semplici con colori luminosi e con alto contrasto e che si trovano ad una distanza molto ravvicinata (circa 20 cm) perché ancora il suo sistema accomodativo non gli permette di vedere più lontano. Nei primi 3 mesi di vita i due occhi non sono in grado di collaborare, quindi il neonato non possiede percezione di profondità. 

4. Quando allatti, utilizza un cuscino sottile da posizionare tra il tuo braccio e il bambino. Questo accorgimento permetterà a te mamma di avere una posizione più comoda e consentirà al tuo bimbo di avere un buon supporto per la testolina ed il collo.

5. Se il bimbo dorme in stanza con mamma e papà, fate attenzione ad alternare il più possibile la sua posizione in modo tale che non stia sempre ruotato dallo stesso lato. Considerate che se il piccolo è in stanza con voi tenderà a ruotare la testolina verso i genitori

6. Da sveglio, tieni il tuo bimbo il meno possibile in culle, passeggini e sdraiette. Prediligi l’utilizzo della fascia o del marsupio.

7. Soprattutto a partire dal secondo mese di vita tieni il tuo bimbo (quando è sveglio) spesso in posizione prona, aumentando gradualmente il tempo di permanenza in questa posizione (20’ al giorno circa, non consecutivi). L’acquisizione della posizione prona è fondamentale per lo sviluppo delle tappe  motorie successive: rotolare, sedersi, strisciare, gattonare, appoggiarsi ad un braccio per svincolare l’altro, ecc.

Sono stati utili questi consigli? Lasciaci un feedback nei commenti o sulle pagine Facebook o Instagram di persona360gradi. E non perderti questo video molto carino creato dalla pedagogista Barbara Cirelli che illustra le tappe dello sviluppo motorio del bambino dagli 0 mesi al primo anno di vita. Buona visione!

Dr.ssa Alice Delbono – Dr. Stefano Grassotti

www.osteopatiabrescia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore