Lunedì, semplicemente arriva

Il cammino di un cuore puro.

Eccoci ad un nuovo lunedì e una settimana che, su Persona 360, tratterà il tema del cammino/percorso come sempre analizzato da diversi punti di vista. Ho pensato quindi di proporvi una poesia zen a tema. Il componimento è stato scritto da Ryokan, monaco e poeta zen vissuto tra il 1758 ed il 1831, che nella sua vita ha fatto proprio questo concetto. Il suo cammino spirituale comincia a soli 12 anni mentre per quello fisico dovette aspettare i 18 anni. Da quel giorno la sua ricerca non si fermò mai. Uomo di grande cultura e sensibilità scrisse poesie in grado di ispirare i passi degli uomini proprio come quella che riporto qui sotto.

La verità non la trovi leggendo
molti libri,
ma in una sola parola.
Se mi chiedi cosa è questa parola:
conoscere realmente il tuo cuore.

Quanti uomini e donne nella storia hanno cercato e cercano tutt’ora la verità? Ma cos’è la verità?

La verità è qualcosa che tranquillizza, ci dà basi solide, ci dice come gira il mondo e cosa dobbiamo fare per restare al passo; la verità illumina là dove vediamo oscurità, la verità ci apre le porte del progresso, ci dà conferme, dà potere, dà regole.

Ma la verità è la stessa per tutti? Forse no, ad esempio per alcuni la verità è compassione, per altri è violenza.

Alcuni libri raccontano delle verità che sono interpretabili dagli uomini che però sono influenzati proprio dal cammino fatto fino a quel momento da loro stessi e dai loro avi. Ecco quindi dimostrato che non può esistere una sola verità universale per tutti.

Quello che può esistere però è un cammino fatto di ricerca interiore ed aggregazione con persone e popoli. Un cammino fatto di più verità che forse, fuse insieme, potrebbero dare molte più risposte, elevare lo spirito comune e portare ad uno stato di pace collettivo.

Nella società di oggi e forse per la razza umana, dati gli esempi ed i fatti collezionati nella nostra storia, tutto questo potrà sembrare utopia ma voglio credere e sperare che si possa arrivare a questa coscienza di massa.

Che senso avrebbe il cammino dell’uomo altrimenti? Diventare la versione migliore di noi stessi per noi stessi. Non dovrebbe forse essere questo il vero obiettivo dell’umanità?

Nel nostro cuore troviamo le risposte per vivere ogni giorno, ad ogni bivio lo interpelliamo per scrivere la nostra storia. Solo lì risiede la verità su chi siamo. Quello che abbiamo intorno si plasma di conseguenza. A noi la scelta.

Conoscete il vostro cuore?

Buon cammino, alla prossima, vostra T.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore