I 12 MERIDIANI PRINCIPALI: La vescica urinaria (BL) o Zu Tae Yang

Nell’articolo precedente abbiamo descritto il meridiano Shou Tae Yang (Piccolo Intestino), in questo articolo scopriremo il meridiano della Vescica Urinaria!

GENERALITA’

Si unisce con l’omologo Shou Tae Yang (SI) per costituire l’asse energetico Tae Yang contenente più Xue che Qi. È formato da 67 punti ed ha il massimo di energia dalle 15 alle 17.
Per la regola 12/24 si unisce al meridiano Shou Tae Yin (LU), le parole chiave di questa accoppiata sono ordine e spazio.

PERCORSO ANATOMICO

Inizia al punto 1BL posto a livello del canto interno dell’occhio.

Da qui sale verticalmente fino alla linea di impianto anteriore dei capelli e manda delle brevi diramazioni al 24VG e al 15VB.

Raggiunge il cranio mantenendosi a 1½ cun al di fuori del Du Mai fino al 7BL, situato in vicinanza del vertice dove si unisce al 20VG.

Dal vertice il meridiano si dirama in 2 vasi:

  • il primo si dirige verso la parte superiore del padiglione dell’orecchio e si unisce allo Zu Shao Yang (GB).
  • il secondo dal 20VG penetra in profondità e raggiunge il cervello, infatti il meridiano si porta al punto 8BL e dopo aver attraversato il 9BL raggiunge il 17VG.

Dal 17GV riprende il tragitto al di fuori del Du Mai e raggiunge il 10BL posto sotto la protuberanza occipitale sul bordo esterno del trapezio.
Da qui partono le due branche superficiali del meridiano, sono entrambe paravertebrali:

  • la prima è la più vicina alla linea mediana (linea delle spinose), posta a 1½ cun da essa. Si porta in primis alle apofisi spinose di C7 e D1, dove si localizzano i punti 14VG e 13 VG e poi raggiunge l’11BL posto a 1½ cun al di fuori della spinosa di D1.
    Qui discende verticalmente lungo il rachide, mantenendosi sempre a 1½ cun dalla linea mediana fino a raggiungere il 23BL posto a 1½ cun al di fuori della spinosa di L2.
    Da qui un ramo entra in profondità raggiungendo i reni (Shen) e la vescica urinaria (Pang Guan), mentre il percorso superficiale prosegue fino all’altezza de 4° foro sacrale dove s’inflette arrivando al 1° foro dirigendosi in alto ed in dentro.
    Percorrendo un tratto molto vicino alla linea mediana scende raggiungendo il 35 BL posto sull’orizzontale passante per l’alto del coccige a ½ cun al di fuori della linea mediana posteriore.
    Quindi piega in fuori, percorre un tratto della natica, poi la faccia posteriore della coscia e raggiunge il 39BL posto all’estremità esterna della piega di flessione del ginocchio. Da qui si porta al 40BL posto proprio al centro del cavo popliteo.
  • la seconda è la più esterna posta a 3 cun dalla linea mediana. Parte dal 10BL dirigendosi al 41BL posto 3 cun al di fuori e appena sotto la spinosa di D2.
    Da qui discende verticalmente seguendo il bordo interno della scapola e percorre tutta la regione dorsale e lombare.
    Arrivato all’altezza del 4° foro sacrale si porta al 30GB posto all’altezza del gran troncatere femorale.
    Segue poi il bordo esterno della faccia posteriore della coscia e finalmente si unisce alla branca interna al centro del cavo popliteo al 40BL.

Infine il meridiano, ormai unico, percorre la faccia posteriore della gamba e poi lateralizzandosi passa fra il tendine d’Achille e il perone.

Immagine tratta dall’Atlante di Agopuntura edizione Hoepli

Bene cari lettori/lettrici, spero che questo articolo vi sia piaciuto, ci vediamo al nostro prossimo appuntamento con un nuovo meridiano! Rimango a disposizione per eventuali confronti sull’argomento!

Un ringraziamento doveroso al mio maestro Gabriele Filippini, insegnante di TuinaQi Gong  e Medicina Tradizionale Cinese presso l’associazione WuWei di Brescia.

Qua la mano, Valeria

Tengo a precisare che la Medicina Tradizionale Cinese non sostituisce in nessun modo la medicina occidentale scientificamente provata, per cui avviso i nostri lettori che i contenuti di questo articolo hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore