Il Jing: la prima sostanza fondamentale

Il corpo è materia, e la materia è energia

Possiamo interpretare in modo occidentale questa frase citando la famosa formula di Albert Einstein, E = mc2.

La grande intuizione di Einstein è stata quella di capire che l’energia e la massa, quindi la materia, sono due forme diverse della stessa cosa. Quella che è chiamata comunemente materia non è altro che energia concentrata e solidificata. La formula ci dice che la materia, può essere trasformata in energia e l’energia può essere trasformata in materia. La distinzione fra le due cose è semplicemente quella di uno stato temporaneo.” Tratto dall’articolo: La TEORIA della RELATIVITA’ … per stupidi (10). L’equazione famosa: E=mc2. La nave di Galileo. Di Luigi Di Bianco

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese il corpo umano è costituito da energia nella sua totalità.
Dentro di noi quindi sono presenti cinque energie o sostanze fondamentali:

  1. Jing = la struttura intesa come nostro corpo fisico ed energia potenziale.
  2. Qi = l’energia che permette al corpo umano di funzionare correttamente.
  3. Shen = la capacità dell’individuo d’interagire e di comunicare con il mondo esterno. Sostanzialmente è la sua anima, la sua capacità cognitiva.
  4. Xue = il sangue che trasporta il Qi nei vari organi del corpo e che quindi lo nutre.
  5. Jin-ye = i liquidi presenti nel nostro organismo, che possono essere leggeri e sottili (Jin – nutrono la pelle e le carni) oppure pesanti e torbidi (Ye – circolano nelle articolazioni, nel cervello e nei midolli).

Per lanciare questa nuova rubrica inizierò ovviamente dalla prima sostanza citata, ovvero il Jing (già citato in questo articolo).

Il nostro corpo fisico come noi lo vediamo e percepiamo, la nostra struttura portante e concreta, questa è solo una parte che viene considerata Jing, perché in effetti un altro aspetto fondamentale rappresentativo di questa sostanza è la potenzialità che deriva da essa.
In parole povere quello che noi possiamo esprimere e realizzare in questa vita è determinato dalla nostra struttura.
Per esempio, se raggiungo i 190 cm sarà più facile per me entrare nella squadra di basket “X” ed intraprendere tale carriera, oppure, se ho una particolare predisposizione a lavorare con i numeri mi sarà più facile diventare un commercialista o simili ecc.

Il Jing a sua volta si divide in due tipologie:

  • Prenatale = associato al concetto di potenzialità, in occidente possiamo attribuirlo alla genetica. Secondo la MTC i genitori al momento del concepimento (durante l’atto sessuale) forniscono alla nuova vita un quantitativo di Jing legato alla dimensione ancestrale (vedi cielo anteriore), che quindi non può essere rigenerato in alcun modo, può solo consumarsi con il passare del tempo. Il nostro compito è quello di rallentarne il decorso praticando costantemente e seguendo uno stile di vita sano.
  • Post-natale = è un Qi concreto che acquisiamo nella nostra attuale dimensione (vedi cielo posteriore) grazie all’alimentazione, alla pratica di Qi Gong, alle attività ed esperienze che promuovono un qualsiasi tipo di crescita personale, spirituale, emotiva, ecc.
    Questa è una riserva energetica molto importante, infatti ci permette di evitare il consumo prematuro del Jing Prenatale, in quanto il nostro organismo prima di attingere da esso, utilizzerà il Jing post-natale per creare tutte le energie necessarie per il corretto funzionamento del corpo.

Ultimo dettaglio, ma non meno importante, i reni sono considerati il serbatoio per eccellenza di questa preziosa sostanza, il Ming Men (porta del destino) nello specifico è considerato un collegamento tra il Cielo Anteriore ed il Cielo Posteriore, per cui trattateli con riguardo mi raccomando!

Spero che questo primo articolo vi sia piaciuto, ci vediamo al nostro prossimo appuntamento, parleremo del Qi!

Un ringraziamento doveroso al mio maestro Gabriele Filippini, insegnante di TuinaQi Gong  e Medicina Tradizionale Cinese presso l’associazione WuWei di Brescia.

Qua la mano, Valeria

Tengo a precisare che la Medicina Tradizionale Cinese non sostituisce in nessun modo la medicina occidentale scientificamente provata, per cui avviso i nostri lettori che i contenuti di questo articolo hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore