Le 10+1 fobie più insolite

In questa pagina abbiamo già parlato di fobie, di cosa sono e di come si sviluppano nel nostro cervello: se volete approfondire ecco il link all’articolo che ne parla.

Oggi però volevo proporvi una lista di quelle che, secondo me, sono le fobie più inusuali che esistano.

E’ arrivata la primavera, e con essa le prime giornate calde e le tipiche piogge leggere: un clima che mal sopporta chi soffre di ablutofobia ossia la paura del lavarsi. Chi soffre di questa fobia ha reazioni di ribrezzo o panico nei confronti dell’acqua e dei prodotti di pulizia in genere. A braccetto con questa incredibile paura è la fobia della pioggia o ombrofobia.

E se invece fosse una bella giornata di sole e magari ci trovassimo in uno splendido campo di fiori? Ciò scatenerebbe il panico dei cromatofobici ossia coloro che temono qualsiasi forma di colore. Vi sono poi persone la cui fobia è indirizzata verso un singolo colore: come gli xantofobici che hanno paura del colore giallo.

Basta allora: trasferiamoci in un paese dal clima più rigido, magari in Transilvania. Ma attenzione! questo luogo potrebbe essere anche la patria di alcune persone affette da alliumfobia, la fobia dell’aglio!
Indossiamo comunque un bel maglione per adattarci alle temperature più fredde ma, che non abbia i bottoni, o potremmo scatenare il panico degli koumpounofobici, coloro che hanno paura, per l’appunto dei bottoni ed in particolare di inghiottirli.

Ed i problemi non finiscono qui.
Anche il nostro aspetto potrebbe essere un problema: se siete calvi non andrete a genio a chi soffre di peladofobia (la fobia delle persone calve), se avete la barba scatenerete il terrore dei pogonofobici, e se infine, avete semplicemente i capelli, sappiate che esisterà anche chi avrà paura di voi: i tricofobici o cateofobici.

Non credo di essere pogonofobica…

Se pensate di averle sentite tutte, tenetevi forte perché ho riservato le fobie più singolari per ultime.
Papa Francesco, un uomo dolce e sorridente, tutto vestito di bianco: chi mai potrebbe avere paura di lui? Semplice, chi soffre di papafobia. No, gente, non me lo sono inventato. La papafobia è la paura del Papa e di chi ha sembianze papali.

Arriviamo così,  precipitevolissimevolmente, alla conclusione di questo articolo. Conclusione che molto probabilmente vi siete persi se sofrite di Hipopotomonstrosesquipedaliofobia

Che, per un crudele senso ironico, è la fobia delle parole lunghe.

Anche per oggi è tutto, persone a 360 gradi. Chiaramente con questo mio articolo non intendo offendere chi abbia una di queste fobie o in genere, un timore insolito, semplicemente credo che l’informazione possa passare anche attraverso una leggera dose di umorismo.

Vi mando un grande abbraccio,

bu! ;D

Barbara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore