BA DUAN JIN: la terza forma

Dopo aver analizzato la prima forma e la seconda forma della sequenza del Ba Duan Jin, in questo articolo proseguo con la spiegazione dettagliata della terza forma.

TIAO LI PI WEI BI DAN JU

Tradotto in italiano è “Prendersi cura di Milza e Stomaco per farli agire come un tutto“.

La MTC sostiene che per ogni organo (Zang) vi è un viscere (Fu) associato e che questi siano connessi alla stessa energia. Questo rapporto tra Zang Fu si chiama legge Biao-Li, ovvero legge “Fodera-Vestito”, dove gli Zang sono considerati la parte Fodera, quindi la parte che scalda quando la temperatura è rigida, mentre i Fu la parte Vestito, ovvero il rivestimento esteriore dell’abito considerato meno rilevante. Quindi, secondo questo concetto in MTC gli organi sono considerati più importanti dei visceri a livello generale.

Le coppie Biao-Li sono utilizzate nel ritmo dei 5 movimenti, che descrive la relazione energetica tra l’essere umano e l’ambiente esterno, in cui troveremo tre energie Yang (piccolo Yang, Yang che cresce, Grande Yang) e due Yin (piccolo Yin, grande Yin).

I movimenti sono cinque perché sono connessi all’azione energetica del Cielo (associato al numero 3) sulla Terra (associata al numero 2) , quindi 3+2=5 movimenti. Sono associati ai cinque elementi.

Sono attivati da 6 energie (nel movimento fuoco sono presenti due coppie energetiche) perché la Terra (2) risponde all’azione del Cielo (3) con la moltiplicazione, quindi 2×3=6 energie.

Vediamo ora nello specifico le coppie Biao-Li e le relative associazioni:

  • Fegato/Vescica Biliare = elemento Legno (piccolo Yang) -> Messa in movimento
  • Cuore/Piccolo Intestino e Ministro del Cuore/Triplice Riscaldatore = elemento Fuoco (Yang che cresce) -> Espansione
  • Milza/Stomaco = elemento Terra (grande Yang) -> Destrutturazione
  • Polmone/Grosso Intestino = elemento Metallo (piccolo Yin) -> Presa di forma
  • Rene/Vescica Urinaria = elemento Acqua (grande Yin) -> Coesione

Secondo questo ritmo quindi l’energia si mette in movimento (Legno), si espande (Fuoco), arriva al massimo dell’espansione fino ad esplodere destrutturandosi (Terra), quindi ora deve riprendere forma (Metallo) e ricomporsi (Acqua).

Sebbene gli Zang Fu siano uniti dalla legge Biao-Li conservano delle caratteristiche e funzioni personali. Tuttavia è interessante notare come Milza e Stomaco siano considerati due entità complementari, quasi simbiotiche. Possiamo definirli come rappresentazione del concetto di dualità del Taoismo, dove la Milza è Yang (con dentro un pò di Yin) e lo Stomaco è Yin (con dentro un pò di Yang).

Per quanto riguarda la funzione digestiva la Milza fa salire il Qi, mentre lo Stomaco lo fa scendere. Se parliamo di energie esterne la Milza preferisce il secco, mentre lo Stomaco l’umidità e viceversa risentono dei rispettivi elementi.

Inutile dire che questo esercizio favorisce il corretto funzionamento del nostro metabolismo inteso come acquisizione ed elaborazione degli alimenti, ma anche di tutti gli stimoli esterni quali vissuto personale, emozioni ecc.

Vediamo ora tutti i movimenti da eseguire per praticare correttamente questa tecnica. I movimenti descritti sono associati alla fase respiratoria che indico in grassetto.

Partiamo dalla posizione Ti Bao Shi, ovvero schiena dritta, spalle rilassate, ginocchia leggermente piegate e le mani sono disposte a “coppa” (come se dovessimo tenere una sferetta di energia tra i palmi sovrapposti) a livello del Dan Tian inferiore:

Inspirazione

  1. Sollevare la mano sinistra mantenendo il palmo rivolto verso l’alto fino a raggiungere il Dan Tian superiore dove sarà rivolto verso il petto. Da li il palmo ruota verso l’esterno e si porta sopra la testa rivolgendosi infine al cielo.
  2. In contemporanea la mano destra scende verso il basso con il palmo rivolto a terra.

Apnea

  1. Drizzare le gambe e spingere con i palmi nelle rispettive direzioni, la mano sinistra verso il cielo e la destra verso terra
  2. Sentire la sensazione di stiramento sulla parte sinistra delle coste
  3. Tenere la posizione qualche istante

Espirazione

  1. Rilassare gli arti tornando nella posizione iniziale
  2. Flettere leggermente le gambe

Ripetere a specchio dall’altro lato.

RIPETERE LA SEQUENZA IN TUTTO SEI VOLTE, TRE VOLTE PER LATO

La respirazione ideale per eseguire gli Otto Pezzi di Broccato è quella inversa, che descrivo in questo articolo, ma se siete dei neofiti potete tranquillamente respirare in modo naturale.

Siamo giunti alla fine di questo articolo, attendo come sempre i vostri commenti e le vostre sensazioni in merito all’argomento. Buona Pratica!

Un ringraziamento doveroso alla mia insegnante di Tai ChiQi Gong e Shaolin, Ambra Vielmi, presso l’A.S.D. Team Tigre Bianca di Darfo Boario Terme e Gabriele Filippini, il mio maestro di Tuina e Qi Gong presso l’associazione WuWei di Brescia.

Qua la mano! Valeria

Foto: http://www.iwua.it/ba-duan-jin/

Scopri tutti gli articoli dedicati alla sequenza Ba Duan Jin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore