Il Qi: la seconda sostanza fondamentale

Nell’articolo precedente ho presentato la prima sostanza fondamentale, ovvero il Jing. In questo secondo articolo di questa rubrica tratteremo di un argomento molto ampio ed, a parer mio, molto affascinante (cercherò di sfruttare il più possibile il fantastico dono della sintesi!), il Qi!

Inizio ad annunciare questa importantissima parte del Tutto, affermando che il Qi è un modo per definire il concetto di Energia.
Quindi è in sostanza la benzina della nostra automobile, la linfa che scorre nei rami di un abete, il soffio vitale che scorre dentro di noi e nei nostri amici animali ecc. In una visione più globale possiamo definirlo l’espressione della struttura dell’organismo che avvolge, ed è universale, ovvero uguale per tutto e tutti senza distinzioni di sorta.

L’energia è universale quindi, ma ha diverse manifestazioni ed utilizzi dentro di noi, cioè:

  • Tien Qi = l’energia del respiro
  • Gu Qi = l’energia degli alimenti
  • Zheng Qi = l’energia corretta, che nasce dalla somma di Gu e Tien Qi
  • Yuan Qi = l’energia che attiva il nostro Triplice Riscaldatore (il metabolismo) di cui parleremo in seguito
  • Wei Qi = l’energia difensiva che protegge il corpo dalle aggressioni esterne e circola tra la pelle e i peli
  • Yong Qi = l’energia nutritiva che circola nei meridiani e negli organi che si occupa di nutrire e ricostruire ciclicamente il corpo
  • Zong Qi = l’energia del petto e degli antenati, considerata il modo in cui combiniamo alimentazione e respiro per scandire i ritmi del corpo (tra cui quello cardiaco e respiratorio) che i nostri avi ci hanno tramandato. In chiave occidentale possiamo accennare al concetto di DNA

Il Jing, la Yuan Qi e la Zong Qi appartengono al cosiddetto “Cielo Anteriore” e vengono definiti soffi congeniti, energie ereditarie, quindi che ci vengono tramandate dal nostro patrimonio genetico.
N.B. riguardo alla Zong Qi possiamo anche definirla energia del Cielo Posteriore, in quanto è il modo in cui io combino i ritmi che ho ereditato per scandire effettivamente i miei.

Mentre le restanti energie appartengono al Cielo Posteriore e vengono definiti soffi acquisiti, ovvero il Qi che riceviamo dall’ambiente esterno e trasformiamo grazie al Triplice Riscaldatore in quello di cui necessitiamo.

Per saperne di più riguardo al concetto di Cielo eccovi il link di un mio articolo precedente!

Bene cari lettori/lettrici, spero che questo articolo vi sia piaciuto, ci vediamo al nostro prossimo appuntamento, parleremo di Xue! Rimango a disposizione per eventuali confronti sull’argomento!

Un ringraziamento doveroso al mio maestro Gabriele Filippini, insegnante di TuinaQi Gong  e Medicina Tradizionale Cinese presso l’associazione WuWei di Brescia.

Qua la mano, Valeria

Tengo a precisare che la Medicina Tradizionale Cinese non sostituisce in nessun modo la medicina occidentale scientificamente provata, per cui avviso i nostri lettori che i contenuti di questo articolo hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore