5 Film per un consumo consapevole

Come ormai avrete intuito noi di Persona360 siamo molto
sensibili alla questione ambientale e all’ecosostenibilità. Nella nostra
rubrica Vivoeco abbiamo spesso portato contenuti che potessero aiutare a vivere
in modo sostenibile la propria quotidianità.

Oggi volevo quindi portarvi alcune pellicole che parlano
proprio di consumo consapevole e delle ripercussioni del nostro stile di vita
attuale all’insegna del consumismo.

La pubblicità, gli influencer e i social ci bersagliano ogni
giorno con oggetti all’apparenza fondamentali, insostituibili e basilari per la
nostra felicità. Ci riempiamo così di oggetti inutili che velocemente perdono
di interesse e vengono così ad essere gettati e sostituiti prima ancora che si
deteriorino.

Inoltre il mondo del fast consumer porta nei nostri negozi
prodotti di bassa qualità fatti per costare poco ma anche durare poco e recano
con se, realtà di sfruttamento umano e ambientale.

Vero è che il cinema è essenzialmente svago, ma può anche veicolare messaggi importanti. E mai come in questo caso il messaggio è fondamentale: ripensare al proprio stile di vita ed agire il cambiamento.

  • Garbage! The revolution starts at home

E’ stato il primo docufilm che ho visto sull’argomento e mi
ha aperto gli occhi sulla immane quantità di spazzatura che creiamo. Basti
pensare al fatto che il 90% degli oggetti in plastica ha un utilizzo medio di
20 minuti prima di essere gettato. Provate a pensare a cosa significhi ciò in
vasta scala!
Un film dal ritmo spedito e arricchito da momenti esilaranti, per tutta la
famiglia!

  • Plastic Ocean

Degli amanti del mare ci guidano attraverso oceani e fondali per farci riscoprire la bellezza del nostro pianeta ma anche, ahimè, per mostrarci come lo stiamo distruggendo. Abbiamo parlato delle trash island in un articolo specifico che vi lascio QUI.
La quantità immane di plastica che si riversa in mare finisce col trasformarsi in particelle piccolissime dette microplastiche che uccidono migliaia di essere viventi marine ma anche terrestri e che contaminano l’intera catena alimentare del pianeta.
Una frase in particolare credo riassuma bene il contenuto di questo film: “Gli animali meritano l’oceano blu, non questa merxa”.

Fotografia spettacolare e narrazione scorrevole, anche in questo
caso adatto anche ai ragazzi. Disponibile su Netflix.

  • The True Cost

Sono sempre stata appassionata di moda e abbigliamento, sin
da piccolissima. Amavo fare shopping e accumulare vestiti che indossavo magari
solo un paio di volte. Dopo aver visto questo docufilm e aver scoperto cosa si
nasconde dietro l’industria del fast fashion sono diventata molto più
consapevole e oculata nella scelta dei miei acquisti.

L’industria dell’abbigliamento va ripensata, non è possibile
danneggiare  l’ambiente e sfruttare in
modo tanto inumano le persone per soddisfare il vezzo di costanti nuove
collezioni, nuove mode passeggere. Affinchè ciò avvenga è necessario in quanto
consumatori mandare un messaggio netto e preciso. Come accaduto in passato
(basta prendere l’esempio dell’olio di palma o del make up testato sugli
animali) noi consumatori possiamo agire il cambiamento anche nelle grandi multinazionali
semplicemente attraverso le nostre scelte quando ci troviamo in un negozio.
Disponibile in streaming online, non è adatto ai più piccoli.

  • Fast food nation

Oltre all’industria del fast fashion vi è quella del fast
food. In essa vi è tutto ciò che a mio parere dovremmo cambiare circa il nostro
modo di fare industria e consumi. Sfruttamento degli animali (il che come
abbiamo visto si ripercuote sulla nostra stessa salute), disboscamento,
inquinamento, lo sfruttamento ambientale più inetto su larga scala. E non solo,
si tratta di un’industria che oltre a non essere sostenibile e nociva anche per
l’uomo in linea diretta. Esistono diversi documentari scioccanti sugli effetti
di questi cibi sul nostro organismo.

Preparatevi a dire addio alle principali catene di fast food
dopo aver visto questo documentario e a iniziare a guardare il cibo in modo ben
diverso.

Disponibile online e non adatto ai più piccoli (né ai più
sensibili di stomaco).

  • Broken

Si tratta di una docuserie sull’attuale sistema economico che
affronta di volta in volta un argomento ed un settore differente. La prima
puntata è sull’industria del make up, la sua ascesa ed il mondo della
contraffazione legato proprio alla fortuna che questi prodotti hanno avuto recentemente,
anche grazie a beauty guru e influencer.

Meno incentrata sull’aspetto sostenibile, credo sia però
interessante sempre per sviluppare una capacità di scelta critica e maggiormente
consapevole. Per essere insomma meno inclini al farsi abbindolare da mode e
pubblicità e più capaci di ascoltare le proprie reali necessità.

Fatemi sapere nei commenti se avete già visto qualcuno di
questi titoli, se intendete farlo o se ne consigliereste altri?

Vi lascio con alcuni articoli che potrebbero interessarvi sull’argomento.

Un grande abbraccio,

e Stay green!

Barbara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza strumenti propri o di terze parti che salvano dei piccoli files (cookie) sul tuo dispositivo. Questi cookies di tipo tecnico, come Google Analytics servono per generare report e statistiche, i dati sono anonimi, tutto questo per e poterti offrire un servizio sempre migliore.

Abilitare i cookies ci permette di offrirti un servizio migliore